Pomezia cambia
Rassegna stampa - Pomezia Cambia Torna alla lista

FUCCI: “ECCO COSA STIAMO FACENDO PER LE CASSE COMUNALI E PER POMEZIA”

Il Corriere della Città

Bilancio consuntivo probabilmente approvato dalla Giunta questo pomeriggio. Questo il primo annuncio di Fabio Fucci questa mattina, in occasione della presentazione dello stato dei lavori del progetto “PLUS – Pomezia Cambia”. Il Primo Cittadino ha colto l’occasione per fare il punto dei primi mesi di amministrazione. “In soli sei mesi, come certificheremo attraverso l’approvazione del bilancio consuntivo 2013, abbiamo ridotto la passività in maniera corposa – ha dichiarato Fucci – Abbiamo fatto un lavoro importante sia con il recupero dell’evasione fiscale che con il recupero degli oneri concessori. Contrariamente a chi ci ha preceduto, non abbiamo fatto proclami, ma abbiamo agito: se a dicembre avevamo accertato un recupero di oneri concessori per circa 1 milione e 300 mila euro, oggi possiamo dire che supereremo ampiamente questa cifra, arrivata a circa 3 milioni di euro”. Oneri concessori ma non solo. “Come siamo riusciti ad incidere così positivamente sul bilancio? Innanzi tutto andando a rivedere l’organizzazione delle società partecipate, come la Pomezia Servizi e il Consorzio Universitario. Non potevamo evitare di andare stravolgere la cattiva gestione delle passate Amministrazioni, che hanno provocato la situazione debitoria che tutti conosciamo. Stiamo procedendo con una diversa gestione dei servizi nella Pomezia Servizi e con il superamento del Consorzio per l’Università: adesso le Università che vorranno tenere i loro corsi all’interno del Campus dovranno contribuire alle spese di gestione e non essere pagate per farlo. La nostra priorità è il rilancio del territorio, anche se le poche risorse a disposizione non ci consentiranno di fare grandi opere. Ma noi, al contrario di chi ci ha preceduto, non prenderemo in giro i cittadini”. Fucci ha poi fatto due esempi. “Parlo dell’acqua a S. Palomba: non capisco come mai siano passati anni. Adesso che siamo arrivati noi, abbiamo risolto il problema: a breve i cittadini del quartiere potranno stipulare i contratti. A noi piace lavorare in silenzio, i proclami li lasciamo agli altri. Stessa cosa per la messa in sicurezza del ponticello di Campo Jemini, che siamo riusciti a realizzare, senza tralasciare i costanti interventi di manutenzione su scuole e strade. Stessa cosa per quanto riguarda il PLUS: non abbiamo voluto che diventassero come il fungo di S. Palomba: noi abbiamo voluto far partire questi cantieri, opere finanziate con fondi di altri Enti con i quali vogliamo continuare a dialogare anche in futuro, a partire dal prossimo  P.O.R FESR Lazio 2014-2017”.

fonte: Il Corriere della Città