Pomezia cambia

Asilo Nido "Piccole Orme"

Realizzazione nuovo Asilo Nido "Piccole Orme" comunale eco-sostenibile presso Casale Balducci. 60 posti-bambino

100%
In un lotto rettangolare parzialmente edificato compreso tra Largo Gramsci e Via Palmiro Togliatti, si intende realizzare un Asilo Nido "Piccole Orme"  in grado di sopperire alla forte richiesta di un quartiere in netta espansione. Il terreno risulta essere in leggera pendenza e orientato verso nord-ovest e sud-est sui lati corti, con una superficie di circa 7.450 mq.

Catastalmente l'area è censita sul Foglio n.30 particella n.3, sulla quale insiste un fabbricato censito come particella 3-01, già acquisito alla proprietà comunale ed attualmente non occupato, noto come "ex casale Balducci".

Lo Strumento Urbanistico attualmente vigente (piano di zona 167-2) prevede, per tale area, una destinazione urbanistica ad attrezzature scolastiche (asilo - materna - elementare). 

Gli interventi edilizi mirano alla ristrutturazione edilizia del casale esistente in funzione della nuova destinazione, alla messa in sicurezza dal punto di vista statico e del rischio sismico, alla realizzazione di tutti gli impianti a norma e alla realizzazione di tutti gli spazi esterni e i percorsi necessari per ricollegare la struttura al tessuto urbano esistente. Il riuso del casale è mirato alla realizzazione di un edificio più articolato e complesso di quello esistente, con caratteristiche di grande flessibilità nell'uso degli spazi interni e al tempo stesso un edificio che abbia tra gli obiettivi principali il risparmio energetico (fotovoltaìdo e recupero delle acque pluviali) e il confort abitativo, che nel caso degli asili nido è particolarmente importante.

Il concetto che sta al a base del progetto è quello di voler restituire una struttura nata per scopi produttivi ad una funzione didattico-cognitiva per bambini da 0 a 3 anni. Per far questo si è pensato di sfruttare questi spazi enormi ma rigidi creando, all'interno di essi, una serie di forme diverse, derivate da geometrie elementari facilmente comprensibili e quindi accoglienti.
Per quanto riguarda l'interno dell'edificio si è voluta dare una logica differente e contrastante con la rigidità della forma e terna. Verranno realizzati una serie di spazi con forme geometriche sinuose, circolari ed irregolari, sempre diverse da ambiente ad ambiente ma rispondenti alle differenti attività dell'asilo nido. Nel corpo centrale sono stati creati, al piano terreno, gli spazi comuni come l'atrio, gli uffici dell'amministrazione e i servizi igienici per i frequentatori esterni, e al secondo piano sono stati localizzati gli spazi di servizio per il personale dell'asilo nido. Nei due corpi laterali, le vecchie stalle, verranno realizzati tutti gli spazi necessari all'accoglienza dei bambini per le differenti età: lattanti, semi divezzi e divezzi. 

Gli spazi di servizio dell'asilo, come i magazzini e la cucina, verranno realizzati in posizione baricentrica rispetto all’edificio e l'accesso a questi locali, per il carico e scarico merci, è stato garantito anche dalla strada di servizio alle residenze, parallela a via Don Luigi Sturzo e perpendicolare a via Palmiro Togliatti.

Con stimoli cromatici e con l'accurata interazione tra luce naturale e artificiale (grazie a grandi superfici vetrate e accurata illuminazione artificiale) il personale qualificato, gestirà un gruppo di circa 60 bambini in ambienti perfetti per la primissima fase della loro crescita.

L'accessibilità all'edificio e la fruibilità degli spazi aperti è facilmente garantita dalla sua posizione e da una differente gerarchia di percorsi esterni che garantiscono un fluido movimento dei flussi personale-bambino-genitori. L’edificio  sarà dotato di un impianto fotovoltaico di potenza non inferiore ai 5 kW, un impianto solare termico per l'utilizzo dell'acqua calda sanitaria e un impianto di recupero e riciclo delle acque meteroriche.

Scorpi anche l'ntervento dell'Area verde Asilo Nido "Piccole Orme" clicca quì




Aggiornamento attività 15.07.2015
  • Responsabile del procedimento: p.i. Giuseppe Della Posta
  • Impresa esecutrice: ACMAR S.C.P.A.
  • Importo netto dei lavori: € 1.287.087,97
  • Data di consegna dei lavori 16/01/2014
  • Data contrattuale di ultimazione dei lavori 04/03/2015
  • Progettista dell’opera: Ing. Giancarlo Castelli
  • Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione lavori: Ing. Giancarlo Castelli
  • Direttore dei lavori: Arch. Stefano Silvestroni
  • Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione lavori: Ing. Riccardo Ianni
Foto e Video dell’Intervento